Home » Ecologia » Messico in ginocchio: sisma 7.1 causa vittime e danni

Messico in ginocchio: sisma 7.1 causa vittime e danni

Devastante terremoto (magnitudo 7.1 Richter) in Messico, alle ore 13:00 locali. Un video girato nella capitale mostra un palazzo di diversi piani oscillare come un budino, mentre crollano dei pezzi ed è solo un assaggio della catastrofe che ha causato almeno 300 morti (sono stime destinate a crescere). Rasa al suolo la città di Puebla, ma i danni sono stati rilevanti anche nello stato di Guerrero e nella capitale, appunto, Ciudad de Mexico.

Il secondo sisma in pochi giorni

Si è mossa una faglia molto grande, forse la stessa o forse un contraccolpo di quella che alcuni giorni fa aveva scosso il mare sempre al largo del Messico facendo temere uno tsunami. Le prime vittime accertate sono stati purtroppo i bambini di una scuola (almeno 30) crollata sotto la potenza del sisma. Mentre sono stati estratti vivi alcuni animali. Oltre ai crolli, il pericolo -come sempre in questi casi- viene dalle tubature del gas esplose e dagli incendi che hanno reso la capitale messicana “uno scenario di guerra”, come ha detto lo stesso ambasciatore italiano.

Le faglie lunghe della costa pacifica

Le faglie che corrono lungo il Messico e le sue coste sono lunghissime fratture sotterranee che possono raggiungere chilometri di estensione. I terremoti generati da queste faglie sono quasi sempre devastanti, ricordiamo quello 8.5 del Cile che spostò addirittura l’asse terrestre di pochi millimetri! E in Italia? L’Italia è un incrocio di faglie che nasce dallo scontro di tre continenti, Europa, Asia e Africa. Siamo anche noi seduti su una bomba a orologeria, forse l’unica “fortuna” è che le nostre faglie sono corte e piccole, per cui difficilmente generano terremoti superiori al 7.0. Ma questa scienza è sempre incerta, e non si può mai dar nulla per scontato. L’unico modo per mettersi in salvo è PREVENIRE IL PIU’ POSSIBILE. E in Italia siamo molto indietro, da quel punto di vista. Da noi, anche un terremoto “leggero” come 4.0 può causare vittime.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

C’è il magma sotto l’Appennino. Nuova scoperta spiega i terremoti

L’Appennino italiano è sempre stato fonte di terremoti, lo sappiamo da secoli. Ma sapevamo anche ...

Condividi con un amico