Home » Ecologia » Migliora il riciclo dei rifiuti in Italia

Migliora il riciclo dei rifiuti in Italia

Buone notizie, ogni tanto, nel nostro Paese. Stiamo migliorando di parecchio nella sana abitudine di riciclare i rifiuti e di dividerli per categorie. Nella classifica dei più puliti stiamo finalmente salendo anche se siamo ancora lontani dai traguardi che ci eravamo proposti. Però stiamo alle calcagna della efficientissima Germania quindi ci stiamo impegnando!

Nella media, siamo tra i primi

La ONG ambientalista che si rifà al trattato di Kyoto ha di recente condotto una indagine sull’abitudine del riciclo in Italia e a quanto pare il nostro Paese si aggira intorno al 76,9% di rifiuti, molto più che in Francia e Regno Unito ma ancora meno della Germania. Nella media europea, però, ci classifichiamo addirittura “primi”, insieme alla Germania stessa. Questo non vuol dire che siamo diventati diligenti e bravi, ma che nell’insieme il Paese fa il proprio dovere più di tutti gli europei messi insieme. E’ nel dettaglio che le cose cambiano.

Ancora tanto da fare

Al sud e nelle grandi metropoli, infatti, il problema dei rifiuti abbandonati o consumati illegalmente e in modo inadeguato è ancora grave. Ma per lo meno abbiamo accettato, finalmente, la raccolta differenziata: andiamo bene nei riciclabili tradizionali (carta, plastica, vetro, metalli, legno, tessili), che arrivano a 26 milioni di tonnellate, un po’ in salita ancora i rifiuti misti  (circa 14 milioni di tonnellate), i rifiuti organici e verdi (circa 6 milioni di tonnellate) e quelli chimici (1,7 milioni). Bisogna continuare su questa strada perché comunque ci può portare a un livello di bravura – e di salute generale- migliore.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ozono, di nuovo allarme. Per colpa della Cina

Avevamo appena tirato un sospiro di sollievo, perché il terribile “buco dell’Ozono” che aveva minacciato ...

Condividi con un amico