Home » Ecologia » Pneumatici riciclati nella stalla

Pneumatici riciclati nella stalla

La scoperta del riciclo dei materiali inquinanti sta aprendo nuove prospettive in diversi settori. Decine le idee nuove che si possono ricavare ad esempio dai pneumatici in disuso, l’ultima delle quali nel campo degli allevamenti di cavalli e delle corse. Infatti, grazie al riciclo dei pneumatici, si possono produrre mattonelle morbide da utilizzare per la  pavimentazione di scuderie e maneggi in modo da dare vita più lunga agli zoccoli degli animali e più salute alle loro zampe.

Antiscivolo, anti allergico, di lunga durata

La maggior parte dei materiali usati nelle scuderie moderne, oltre a provocare rischio scivolamento per i cavalli sono dannosi anche per gli uomini che vi lavorano, in quanto in certe condizioni di clima (troppo caldo, troppa umidità) possono rilasciare micro particelle pericolose. Il tipo di gomma usata per le ruote delle macchine, invece, non ha queste reazioni se lavorata in un certo modo e inoltre impedisce i pericolosi scivolamenti di animali e stallieri. Facile da pulire, garantisce ottima igiene. Inoltre, evitando l’uso di materiali standard come  trucioli e paglietta allontana il rischio di allergie per il personale. E’ anche isolante in termini di rumore e di calore interno degli ambienti, favorendo anche per i cavalli un miglioramento della vita. Si consuma molto più lentamente di altri materiali e dunque favorisce anche un certo risparmio alle aziende. La pavimentazione da pneumatico si può usare anche per “foderare” i camion per il trasporto dei cavalli, evitando incidenti che possono azzoppare l’animale durante i trasferimenti. La lunga durata dei materiali ricavati da questo tipo di riciclo, inoltre, permette di allungare di molto i tempi di utilizzo. Dunque non torneranno nella spazzatura in poco tempo, ma magari dopo una decina di anni. E anche in quel caso -con i progressi della scienza ecologica- avremo nuovi modi per dare loro nuova vita evitando che finiscano a inquinare il mondo ancora una volta.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ottime idee per riciclare l’olio

Lo assaggiamo quando è novello, pizzicante e buonissimo, poi lo usiamo e riusiamo per decine ...

Condividi con un amico