Home » Ecologia » Ecco i cambiamenti ecologici da temere

Ecco i cambiamenti ecologici da temere

Lyretail Anthias in Coral Reef

Dalle parole ai fatti. Dopo tanti convegni e teorie, IN PRATICA, quali sono i cambiamenti che devono farci più paura e come possiamo evitare che avvengano, o che progrediscano laddove sono già in atto? La IUCN (unione internazionale conservazione natura) si è riunita a livello mondiale, nei giorni scorsi, proprio per completare il quadro drammatico di recente presentato dall’ONU, sullo stato del pianeta. Il mondo è inquinato ed è colpa dell’uomo, a ciò si aggiungono cambiamenti climatici che di norma avvengono naturalmente.

In pericolo Barriera Corallina, ghiacciai e le Eolie

Tra i tanti siti naturali “Patrimonio dell’Umanità”, uno su quattro rischia di trasformarsi o di sparire. E parliamo di colossi della natura, come il vulcano africano Kilimangiaro, la splendida Barriera Corallina australiana, i ghiacciai dei Poli.… in tre anni i siti a rischio sono quasi raddoppiati, passando da 35 a 62. I dati raccolti durante questa riunione sono stati consegnati all’ONU che ora dovrà prendere provvedimenti immediati, con l’aiuto di Governi e cittadini. La nostra indifferenza e disattenzione potrebbe portare a farci perdere per sempre anche siti naturali stupendi che abbiamo in Italia, come le isole Eolie e le Dolomiti valutate (“in stato preoccupante”). Si è salvata in extremis l’Etna, giudicata “in buono stato” … anche se il problema dei rifiuti abbandonati nel Parco che circonda il vulcano rimane elevato. In generale l’Italia non ha subito grossi cambiamenti rispetto alle valutazioni di tre anni fa, ma ciò non vuol dire che non siamo a rischio. Anzi, la nostra incuria a livello idrogeologico potrebbe far scomparire in futuro siti come i Campi Flegrei o la stessa Venezia! Il problema, oltre all’inquinamento, agli abusi e ai cambiamenti climatici, sono anche la diffusione di specie di animali e insetti aliene che quando trovano un habitat ideale in certi siti naturali possono stravolgerli fino a farli sparire.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ecoturismo: ecco le mete “OSCAR” per il 2018

Ecoturismo è il nuovo modo di fare vacanza. Una vacanza che tiene conto non solo ...

Condividi con un amico