Home » Ecologia » Dove smaltire la “spazzatura elettronica”?

Dove smaltire la “spazzatura elettronica”?

“Tanto è plastica!” … diciamo la verità, quante volte lo abbiamo pensato gettando via un vecchio cellulare, lo schermo del computer, l’i-pod? E’ vero, sono oggetti prevalentemente fatti di materie plastiche ma i circuiti al loro interno, e a volte anche il materiale che li riveste, plastica non sono. E per questo, nei comuni virtuosi che fanno la raccolta come si deve, esistono luoghi specifici in cui smaltire questo tipo di “rifiuti” elettronici. Ma quanti di noi lo sanno, e lo fanno?

Si chiamano RAEE

I rifiuti elettronici si chiamano RAEE (rifiuti apparecchi elettrici ed elettronici) e comprendono tutti quegli oggetti che hanno dentro fili, sensori, piastre, pulsanti e altri materiali che si attivano con batterie o elettricità. Ne produciamo forse più di tante altre categorie, 52 milioni di tonnellate stimate nel mondo. L’Europa finora era rimasta indietro rispetto agli USA ma ora stiamo recuperando drammaticamente e tutto questo carico elettronico dobbiamo imparare a riciclarlo per bene.

Non va nella plastica

No, non va nella plastica. Perché oltre alla plastica, alcuni di questi oggetti contengono silicone, platino, rame, ma anche argento e oro, materiali rari e preziosi che non si possono sprecare. Vanno recuperati e riutilizzati, di solito per creare altri oggetti elettronici, ma alcune volte anche per creare gioielleria! Solo in uno smartphone come quello con cui state leggendo questo articolo coesistono 250mg di argento, 9g di rame, 24mg di oro puro e 9mg di platino! Bisogna allora affidarsi alla ditta di riciclo rifiuti del nostro comune e chiamare i numeri appositi, o portare questi rifiuti nelle apposite isole ecologiche. Se non avete un comune organizzato per questo, portateli al rivenditore da cui li avete comprati pregandolo di riciclarli. A volte si fanno rottamazioni apposta per riciclare e potreste risparmiare sul prossimo cellulare.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Gravidanza: smog minaccia longevità nascituro

L’esposizione allo smog in gravidanza mette a rischio la speranza di vita del nascituro.  A ...

Condividi con un amico