Home » Ecologia » Una Manovra ambientalista per l’Italia

Una Manovra ambientalista per l’Italia

Fine anno, sinonimo di Manovra in Italia. E questa parola di solito fa paura perché significa tasse, batoste, colpi che non ti aspettavi. Un colpo -in positivo- lo abbiamo avuto anche quest’anno … e stavolta riguarda i provvedimenti per l’ambiente e l’ecologia, presi molto in considerazione dal Governo. In particolare due emendamenti sono di grande interesse sul tema.

Risparmio di luce e taglio all’inquinamento

Agevolazioni e incentivi per chi applicherà il risparmio energetico con potenziamenti a quei comuni che accetteranno di cambiare i lampioni pubblici con quelli al risparmio e con i Led. Controllo sui prodotti cosmetici inquinanti, come i cotton fioc, gli esfolianti e i detergenti a base di microplastiche. Un notevole incentivo economico andrà a chi produrrà prodotti di bellezza biologici. In cifre parliamo di 250.000 euro atte a questo scopo e anche alle multe (fino a 25.000 euro) contro chi verrà scoperto a infrangere queste direttive. Nuove norme sulle etichette delle confezioni di prodotti potenzialmente inquinanti, e sullo smaltimento dei rifiuti. Il tutto per cercare di ridurre gli sprechi e i consumi del 50% prima dei prossimi cinque anni.  La Manovra rispecchia così la sensibilità degli italiani che secondo le statistiche sentono molto il problema ambientale: il 61% di noi conosce e si preoccupa dei danni da inquinamento, così come ci pensano spagnoli, francesi e greci. Purtroppo nei fatti siamo meno “preoccupati” di come sembriamo a parole … ma le leggi ci aiuteranno a migliorare anche in questo.  

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Bimbi nati nei mesi freddi a rischio problemi respiratori

I bimbi nati nei mesi più freddi dell’anno sono più soggetti al rischio di soffrire ...

Condividi con un amico