Home » Ecologia » Una intera nazione di spazzatura nei nostri mari

Una intera nazione di spazzatura nei nostri mari

Maria Cristina Finucci è un architetto e un’artista parecchio originale. La sua sensibilità per i temi ambientali l’ha spesso portata a evidenziare col suo lavoro e le sue opere lo stato precario in cui versa il nostro pianeta. Ma mai opera fu più azzeccata di GARBAGE PATCH STATE. Una cartolina mostra un ombrellone con sdraio che emergono da montagne di rifiuti e la scritta “Saluti dalla Nazione Pattumiera”. Questo il significato di “Garbage Patch State”.

Uno “stato pattumiera” riconosciuto dall’UNESCO

Ma la provocazione della Finucci non si è limitata alla fotografia -che di fatto documenta parte di quella enorme quantità di rifiuti umani che invade gli oceani, al punto da formare un vero arcipelago di isole di spazzatura dall’estensione di 16 milioni di metri quadri!- ma ha dato uno status diplomatico alla sua nazione di spazzatura. L’arcipelago di tappi, bottiglie di plastica, fazzolettini, assorbenti, cotton fioc, stoviglie usa e getta e chi più ne ha più ne metta verrà smaltito, forse, tra 200 anni e nel frattempo continuerà a galleggiare e a depositarsi in giro. Tutto ciò “merita” non solo un nome ma anche una capitale (Garba-land, città immondizia), un presidente nella stessa artista e il riconoscimento internazionale. Quest’ultimo è arrivato ufficialmente e provocatoriamente dall’UNESCO che riconoscendo “patrimonio dell’umanità” l’opera e il messaggio della Finucci ha di fatto riconosciuto la Nazione Pattumiera come tristissima realtà dei nostri giorni. E questa ironia graffiante non deve farci ridere… ma piangere e correre ai ripari.

… che esiste davvero

Nella vita reale, infatti, l’arcipelago dell’immondizia esiste davvero e purtroppo si trova in uno degli ultimi paradisi incontaminati del mondo … alcuni atolli del Pacifico non lontani dall’Isola di Pasqua. Su queste isolette disabitate e bellissime si deposita senza alcun controllo umano tutta la spazzatura galleggiante del pianeta al punto che i pochi scienziati che qui si recano due volte l’anno a studiare devono costantemente ripulire le loro spiagge. E così la spazzatura torna in circolo … ancora e per sempre.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico