Home » Ecologia » LAV: come proteggere animali da botti Capodanno

LAV: come proteggere animali da botti Capodanno

Petardi, botti e fuochi d’artificio esplosi e Capodanno possono rappresentare una vera e propria minaccia per gli amici a quattro zampe. Anche quest’anno l’allarme arriva dalla Lega Antivivisezione (Lav) che chiede ai comuni l’adozione di provvedimenti che vietino botti e spettacoli pirotecnici.

Il fragore dei botti, spiega la Lav, scatena negli animali una naturale reazione di spavento e li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli così al rischio di smarrimento o investimento. Gli animali hanno l’udito molto più sviluppato di quello umano e i forti rumori li gettano nel panico, inducendoli a reazioni istintive e incontrollate, come gettarsi nel vuoto, divincolarsi spaventati, scavalcare recinzioni e fuggire in strada.

 

Dalla Lav arriva così un decalogo con tutte le indicazioni utili a per proteggere gli animali.

Questo il decalogo della Lav:

  1. Consultare con anticipo il veterinario di fiducia per individuare soluzioni idonee a evitare o ridurre manifestazioni di paura o di panico dell’animale;
  2. Dotare cani e gatti di microchip e di medaglietta recante un recapito telefonico;
  3. Tenere sempre il cane a guinzaglio nei giorni “caldi” e evitare di passare in zone potenzialmente a rischio;
  4. Non tenere i cani legati alla catena, potrebbero strangolarsi;
  5. Programmare una passeggiata diurna e una uscita veloce all’imbrunire prima che inizino i festeggiamenti;
  6. Tenere, durante i botti, cani e gatti all’interno dell’abitazione con le finestre chiuse e non lasciare animali di alcun tipo su terrazzi e balconi, nemmeno se sono in gabbia;
  7. Chiudere bene le imposte delle finestre, gli improvvisi bagliori possono spaventare gli animali;
  8. Accendere la TV o utilizzare la musica per coprire o minimizzare il rumore dei botti;
  9. Lasciare che l’animale, all’interno della casa, scelga un “rifugio” confortevole dove sentirsi tranquillo, ma non lasciarlo mai da solo;
  10. Dimostrare un atteggiamento sereno, se il cane vi cerca proporgli qualche giochino o attività piacevole senza insistere, non eccedere nelle rassicurazioni, questo potrebbe aumentare la sua preoccupazione.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Sopravvive a 50 arresti cardiaci in una settimana

Non molti giorni fa avevamo parlato della Sindrome di Brugada, di quelle cellule del cuore ...

Condividi con un amico