Home » Ecologia » E la spazzatura finì nel motore dell’aereo

E la spazzatura finì nel motore dell’aereo

Noi italiani siamo sempre lì a protestare contro le innovazioni nel campo dello smaltimento dei rifiuti. Le discariche stanno per scoppiare ma nessuno vuole i termovalorizzatori, gli inceneritori, i bruciatori. E mentre noi continuiamo a protestare, il mondo è andato avanti di seimila anni, e ha trovato decine di modi diversi per smaltire i rifiuti. In Giappone la spazzatura diventa blocchi di cemento per le fondamenta di casa, in Svezia diventa energia elettrica, in Inghilterra diventa … carburante per aerei!

Carburante pulito per gli aerei

Proprio così, dal 2040 voleranno sui cieli d’Europa i primi aerei “ecologici” senza cherosene e senza fumi tossici. Nei loro serbatoi “bruceranno” chili di rifiuti, spazzatura in decomposizione, che grazie ad alcuni batteri sprigiona dei gas talmente potenti da azionare ben quattro motori di aereo! La spazzatura in decomposizione sprigiona fumi? Certamente, ma non tossici. O meglio, un milione di volte meno tossici di quelli che sprigiona ogni giorno la nostra macchina o il camion del nonno o appunto gli arei nei nostri cieli! I test condotti ad oggi sulla decomposizione termochimica della spazzatura ha dimostrato che un carburante così costituito abbatterebbe l’emissione nociva di gas serra dell’80%. Significherebbe: riduzione dell’inquinamento atmosferico, riduzione del surriscaldamento globale, riduzione dei costi di viaggio per via del carburante pulito e riduzione dei costi enormi dovuti alla raccolta rifiuti in tutto il mondo. E noi, in Italia? Ancora a dire “no a questo, no a quello, no a quest’altro”. Mentre il mondo vola, noi camminiamo ancora a dorso di mulo …

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Se respiri troppo smog diventi un assassino!

Molto interessante la ricerca condotta dalla Columbia Business School di New York, relativamente agli effetti ...

Condividi con un amico