Home » Ecologia » Filippine: chiuso per inquinamento

Filippine: chiuso per inquinamento

Se l’uomo amasse il  territorio, il pianeta, come ama la propria casa …. Basterebbe questo punto di vista per far funzionare tutte le politiche ambientali ed ecologiche della terra. Invece no. Invece noi lucidiamo e disinfettiamo casa nostra ma sporchiamo la casa degli altri, i boschi, i mari, le opere d’arte degli altri. E così succede che uno dei paradisi turistici delle Filippine debba chiudere per “inquinamento”.

Fiumi di liquami in mare

Si tratta dell’isola di Boracay, presa di mira dalle masse per le sue spiagge da sogno e per i suoi angoli di vegetazione esotica che hanno garantito vita e sviluppo alle famiglie del posto con la nascita di oltre 500 attività alberghiere, di ristorazione e di divertimento. Attività che però scaricano in mare tonnellate di rifiuti al punto che sulle spiagge dell’isola si deposita ormai di tutto. Motivo per cui il Governo ha deciso che sarà vietato l’accesso a Boracay -dal 26 aprile- per almeno sei mesi. Bisogna pulire le spiagge bianche, attrattiva principale del posto, ma anche le acque del mare antistanti, bisogna organizzare sistemi di depurazione degli scarichi e bisogna evitare l’invasione di incivili.  Sull’isola quasi nessun edificio è collegato alla fognatura che pure esiste … dunque si dovrà risolvere almeno questo problema prima di riaprire gli accessi agli stranieri. Nel Pacifico galleggiano già troppe “isole di spazzatura” che vanno depositando i propri residui ovunque tra gli atolli e gli arcipelaghi, contribuire allo scempio per amore del turismo selvaggio è qualcosa che non si può più consentire.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico