Home » Motori » Mancanza di idratazione mette a rischio la sicurezza al volante

Mancanza di idratazione mette a rischio la sicurezza al volante

La mancanza di idratazione mette a rischio la sicurezza al volante. L’allarme arriva da uno studio del 2015, finanziato dall’European Hydration Institute e condotto dalla Loughborough University (Regno Unito) che sottolinea l’importanza di bere acqua quando ci si trova impegnati a guidare. I conducenti, infatti, commettono il doppio degli errori quando sono disidratati e, quel che è più grave, tali errori equivalgono a quelli riscontrati nei conducenti con tasso alcolemico oltre il limite consentito.

La ricerca ha rilevato che i conducenti che hanno ingerito soltanto un sorso d’acqua (25 ml) ogni ora hanno commesso oltre il doppio degli errori in strada rispetto ai conducenti correttamente idratati. Il numero di errori era equivalente a quello riscontrato in persone con un tasso alcolemico dello 0,08%, l’attuale limite consentito per la guida nel Regno Unito.

Tra gli errori più comuni l’azionamento tardivo dei freni, la difficoltà a mantenere la traiettoria all’interno della propria corsia e perfino l’invasione involontaria delle corsie adiacenti. Non solo: oltre due terzi dei conducenti non sono in grado di riconoscere i sintomi della disidratazione, ossia stanchezza, capogiro, mal di testa, bocca secca e riflessi rallentati.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Quella famiglia toscana che non conosce dolore …

Questa sindrome si conosceva, al punto che se ne parla anche in alcune puntate dei ...

Condividi con un amico