Home » Motori » Porsche Carrera Cup 2017: l’epilogo a Monza vede Rovera trionfare

Porsche Carrera Cup 2017: l’epilogo a Monza vede Rovera trionfare

Porsche Carrera Cup, campionato monomarca dedicato alle vetture della casa di Zufferhausen, ha visto la sua ultima gara proprio oggi, nel celebre circuito di Monza.

Il weekend di gare è stato caratterizzato da alcuni incidenti che hanno in qualche modo deciso le sorti del campionato. In gara uno, che si è svolta sabato, c’è stata una grande bagarre che ha portato addirittura al necessità di far entrare, per ben due volte, la safety car.

Il primo intervento della vettura di emergenza si è reso necessario ai primissimi giri quando alla prima staccata è successo l’inevitabile tocco tra Ivan jacoma e Gianmarco Quaresmini. La gara prosegue poi con un’interessante battaglia tra Riccardo Pera e il pilota ucraino Andrii Kruglyk.

Tra gli esclusi ci sono anche Alessandro Cazzaniga e Simone Pellegrinelli che finiscono fuori alla prima variante dopo un contatto mentre lottavano per la quarta posizione.

Subito dopo i due capolisti si scatenava la battaglia, con Fulgenzi che veniva raggiunto da Kruglyk-Pera-Linossi-Valori. Kruglyk innescava però un incidente alla variante Ascari e Valori, visto si è di fronte la vettura di Fulgenzi, non ha potuto far altro che centrarla. Gara finita per il bravo Ronnie Valori, che nonostante il grande impegno non ha potuto prendere parte alla gara per via delle condizioni pessime della vettura.

Obbligata l’ingresso della safety car con una manciata di minuti ancora per terminare la gara, che in pratica è stata congelata con Rovera davanti a Drudi, Kruglyk, Pera e Linossi, oltre a Luca Pastorelli, che ha vinto la Michelin Cup, e Alex De Giacomi

In gara dura invece l’elemento dominante è stato in qualche modo il maltempo che tra nebbia e pioggia intermittente ha complicato non poco le cose. La gara, dichiarata Wet Race, non ha visto la partenza lanciata in quanto le condizioni di visibilità erano buone.

Luca Pastorelli ha inizialmente preso le redini della gara ma alle spalle sono arrivati, come due fulmini, Mattia Drudi e Alessio Rovera. Pera, terzo, in coda con qualche evidente problema tecnico alla vettura.

A circa metà gara il giovane baby-talento del team Ebimotors ha perso il controllo della vettura ed è finito in testacoda coinvolgendo l’ignara Francesca Linossi che non ha potuto far altro che centrare la vettura che giaceva al centro la carreggiata.

Il risultato è che Pera si è giocato le speranze del titolo, consolato a bordo pista da Francesca Linossi.

La gara è proseguita con una safety car che ha di fatto cristallizzato le prime posizioni perché Rovera, secondo prima dell’incidente, non aveva più alcun tipo di interesse a passare Mattia Drudi, vincente.

Alessio Rovera è quindi campione 2017.

Le foto sono riferite a Gara 1.

     

admin

x

Guarda anche

Amici a quattro zampe in ospedale in visita ai pazienti

Gli amici a quattro zampe potranno finalmente entrare in ospedale per fare visita ai pazienti ...

Condividi con un amico