Home » Notizie » Processo Eternit, la condanna definitiva

Processo Eternit, la condanna definitiva

Il processo Eternit si è concluso ieri con una condanna a 16 anni del magnate svizzero Stephan Schmidheiny e del barone belga Louis. I due, entrambi ex vertici della multinazionale dell’amianto, erano accusati di disastro ambientale doloso e omissione volontaria delle cautele antinfortunistiche.

Entrambi sono stati condannati per il disastro negli stabilimenti di Casale Monferrato e Cavagnolo mentre i giudici hanno dichiarato di non doversi procedere per quelli di Rubiera e Bagnoli perché i reati sono estinti.

Per i familiari delle vittime, la corte ha stabilito un risarcimento di 30mila euro per ogni congiunto. Trentacinquemila euro di risarcimento invece per alcuni malati, 100mila per ogni sigla sindacale, 4 mln per il comune di Cavagnolo e 20 mln per la Regione Piemonte. Venticinque milioni di euro di risarcimento sono invece previsto per il Comune di Casale Monferrato.

admin

x

Guarda anche

Fumo, una mamma su quattro non smette dopo il parto

Un orsetto che tossisce per far capire alle mamme che fumano il rischio a cui ...

Condividi con un amico