Home » Notizie » Giustizia in Italia: primato di prescrizioni Canzio "Le nostre carceri non sono dignitose"

Giustizia in Italia: primato di prescrizioni Canzio "Le nostre carceri non sono dignitose"

Il presidente della Corte d’appello di Milano, Giovanni Canzio, in occasione dell’inaugurazione dell’Anno giudiziario si è soffermato sull’affollamento delle carceri dicendo che esso “supera ogni livello di tollerabilità e lede in modo grave e non più giustificabile la dignità dei reclusi”. 

Secondo Canzio, la situazione delle carceri italiane, mette “in dubbio la legittimità, nelle condizioni date, delle modalità di esercizio del diritto punitivo dello Stato“.

Facendo anche notare che “L’Italia ha il triste primato in Europa del maggior numero di declaratorie di estinzione del reato per prescrizione (circa 130mila quest’ultimo anno) e paradossalmente del più alto numero di condanne della Corte europea dei Diritti dell’uomo per la irragionevole durata dei processi“.

Spiegando infine che la disciplina attuale che regola la prescrizione del reato “appare illogica” e pertanto, “si rivela con un agente patogeno, nella parte in cui estende i suoi effetti sul processo penale, propiziandone il grado di ineffettività e la sconfitta dell’ansia di giustizia delle vittime e della collettività“.

admin

x

Guarda anche

La situazione della criminalità a Palermo nel bilancio della Corte d'Appello

La Corte d’Appello di Palermo, in relazione all’apertura dell’anno giudiziario, ha presentato un bilancio dell’attività ...

Condividi con un amico