Home » Notizie » Mps: è caccia ai conti segreti dell'ex presidente

Mps: è caccia ai conti segreti dell'ex presidente

Piombano nuove accuse che si aggiungeranno al fascicolo dell’ex presidente della Monte Paschi di Siena nonché ex presidente dell’Abi. Si parla infatti, di “falso in bilancio e turbativa di mercato“.

Colui che indaga avanza l’ipotesi che Giuseppe Mussari abbia ripetutamente truccato i conti della banca e che con diverse manovre finanziarie , abbia ‘convinto’ i risparmiatori sulla solidità dell’istituto bancario.

I magistrati della Procura di Siena e la Guardia di Finanza si concentrano sull’acquisto dell’Antonveneta e sui due miliardi in più pagati da Mps destinati forse ad una rete di mazzette da poter distribuire a politici e manager.

Secondo quanto riporta il quotidiano Repubblica, gli inquirenti sperano ora di riuscire a ricostruire le manovre fatte da  Mussari attraverso il suo pc, posto sotto sequestro, e dal quale sarebbero state cancellate diverse mail importanti.

Sarebbero stati fatti otto bonifici dalla banca tra maggio 2008 ed aprile  2009. Il primo, di 9 miliardi e 267 milioni,  pagamento diretto alla Abn Amro, gruppo Santander che ha venduto Antonveneta, e fin qui sembra essere tutto a posto, se non che il prezzo dell’acquisto  è troppo elevato.

Con gli altri sette milioni, Mps si sarebbe accollata i debiti: cinque bonifici indirizzati al Banco Santander, per un totale di 5,1 miliardi, mentre altri due bonifici, sarebbero finiti alla Abbey National Treasury Service di Londra per un totale di 2,6 miliardi di euro.

Ed è soprattutto questo che non torna agli inquirenti. Questo istituto è collegato comunque al Banco Santander, e pertanto la domanda nasce spontanea,  perché non effettuare un altro bonifico diretto? Domanda che è stata anche  posta  a Mussari lo scorso giugno e ma è rimasta inevasa con un “non so, non ricordo”.

admin

x

Guarda anche

Il Governo salva MPS e le altre banche

E così alla fine arrivò il “via libera”. Il Governo guidato oggi da Paolo Gentiloni ...

Condividi con un amico