Home » Notizie » Basket, Brindisi cade a Bologna, la raggiungono Siena e Sassari. Bene Cantù, Milano e Roma, Varese perde a Pistoia,

Basket, Brindisi cade a Bologna, la raggiungono Siena e Sassari. Bene Cantù, Milano e Roma, Varese perde a Pistoia,

La nona giornata del campionato di basket ha registrato la caduta di Brindisi e l’aggancio in vetta di Siena e di Sassari.

I pugliesi hanno perso a Bologna per 84-79 ma hanno dimostrato di avere ancora un DNA da grande squadra, rimanendo attaccati alla partita fino alla fine. Migliore in campo, per l’ENEL, Folarin Campbell, con 18 punti, seguito dal bosniaco Miroslav Todic a 16, mentre per Bologna hanno brillato il solito Matt Walsh e l’australiano Brock Motum, entrambi a 20 punti.

Sassari, squadra favorita fin dalle prime battute, ha finalmente raggiunto la vetta abbattendo in casa Reggio Emilia per 92-85, non senza fatica e sudore, grazie a due immensi giocatori come Drake Diener e Caleb Green, autori di 25 punti e giocate spettacolari.

Anche Siena ha ripreso la vetta, vincendo ad Avellino per 75-85, e il merito della Montepaschi ha un solo nome: Daniel Hackett, ormai deciso a rinunciare al Galatasaray per onorare la maglia senese (almeno fino a fine stagione). Il ragazzo romagnolo ha ingranato la marcia decisiva per Siena nell’ultimo quarto, quando i toscani hanno rimontato i campani: Hackett ha messo a segno 26 punti, conditi da 8 rimbalzi e 4 assist, ed è stato supportato dal centro Otello Hunter, con 16 punti e 16 rimbalzi. Ad Avellino non sono bastati i 19 punti di Kaloyan Ivanov.

Cantù ha vinto in casa per 84-82 contro Caserta. L’uomo della serata è stato Marco Cusin, riscattatosi da un Europeo da difensore con una partita da 10 punti, 9 rimbalzi, una stoppata e 2 recuperi, oltre al canestro della vittoria. I brianzoli hanno mandato in doppia cifra tutto il quintetto, mentre a Caserta non sono bastati l’ex Jeff Brooks, 19 punti, e Marco Mordente, con 13.

Milano, a Desio, ha vinto in scioltezza abbattendo Montegranaro per 101-85, dopo la sconfitta europea contro il Real Madrid. I marchigiani sono rimasti in partita per un tempo, ma poi sono esplosi Niccolò Melli, autore di 20 punti, Keith Langford (13) e Gani Lawal 10). Milano ha portato in doppia cifra anche Curtis Jerrels, play molto discusso, a 10 punti, mentre a Montegranaro non sono bastati Mardy Collins (23 punti) e Jamie Skeen (19).

Roma ha vinto a Pesaro per 77-82, con uno spettacolare Jimmy Baron, nuova stella del campionato, autore di 26 punti (6/9 da tre!!!!) supportato da Phil Goss (18) e Bobby Jones (16), mentre a Pesaro non è bastato un monumentale O.D. Anosike da 17 rimbalzi.

La notizia forse più clamorosa è la sconfitta di Varese a Pistoia per 89-76, con un quintetto stellare per i toscani: Deron Washington 21 punti, Kyle Gibson 20, JaJuan Johnson 19 e Brad Wanamaker 17. Per Varese, senza gioco e in cerca di un probabile nuovo allenatore, si sono salvati solo Achille Polonara (17 punti) e Adrian Banks (16). Non si salvano, invece, gli ultrà lombardi, protagonisti di ciò di cui non vorremmo parlare: già autori della squalifica del campo per le prime due giornate, i tifosi varesini, ieri sera hanno dato il peggio di sé in terra toscana. Una ventina di loro, scesi dal pullman, hanno danneggiato auto in sosta e lanciato petardi prima contro le persone in fila alla biglietteria, poi contro le Forze dell’Ordine intervenute con una carica per respingere un tentativo di contatto con la tifoseria pistoiese.

Infine, Cremona, reduce dalla sconfitta in casa sabato contro Venezia, per 64-77, ha deciso di esonerare l’allenatore Gresta.

Stefano Malvicini

Foto: Marco Venturi via Flickr

admin

x

Guarda anche

Basket, finiti i quarti di finale playoff. Passano Milano, Sassari, Siena e Roma

Ieri sera si sono conclusi i quarti di finale playoff di basket. Facebook Twitter Google+ ...

Condividi con un amico