Home » Notizie » Denunciata per violenza sessuale la giovane che baciò un poliziotto sul casco, nella protesta No-Tav

Denunciata per violenza sessuale la giovane che baciò un poliziotto sul casco, nella protesta No-Tav

La giovane  milanese Nina De Chiffre che baciò un poliziotto sul casco, durante la marcia anti-Tav del 16 novembre,  è stata denunciata dal segretario generale del Coisp, il sindacato di polizia, Franco Maccari, il quale ha spiegato di aver sporto denuncia nei suoi confronti per reato di violenza sessuale e oltraggio a pubblico ufficiale.

 Maccari a ‘La Zanzara’ su Radio24 ha spiegato che “Se fosse stato un poliziotto a baciare un manifestante a caso,  sarebbe scoppiata la terza guerra mondiale”. Il segretario del sindacato ha fatto sottolineato che baciare uan persona senza contro la sua volontà è reato.

La De Chiffre da parte sua aveva esternato la sua intenzione di provocare, in segno di disprezzo nei confronti delle forze dell’ordine. Tant’è che  su Facebook aveva definito gli agenti “porci schifosi da appendere a testa in giù”, e a Repubblica aveva detto di aver voluto “che quel poliziotto si ricordasse quello che è successo a Marta di Pisa, che a luglio è stata molestata e picchiata senza alcuna conseguenza per gli agenti”.

 

Giovanna Manna

admin

x

Guarda anche

Ragusa: bidello abusa di minorenne immigrata

Un bidello di 53 anni è stato arrestato a Ragusa con l’accusa di violenza su ...

Condividi con un amico