Home » Notizie » Approvato il decreto che parifica figli naturali a quelli legittimi

Approvato il decreto che parifica figli naturali a quelli legittimi

Il Cdm ha dato il via libera al decreto che sancisce la parità tra figli naturali e legittimi. Emanato sulla base dei principi contenuti nella legge delega 219 del 2012, che definisce la parentela come vincolo tra persone che discendono da uno stesso stipite, sia nel caso in cui la filiazione sia avvenuta all’interno del matrimonio, che al di fuori di esso, sia nel caso in cui il figlio sia stato adottato.

Il testo stabilisce dunque l’unicità dello “stato di figlio“, e pertanto abolisce i riferimenti presenti nelle norme ai figli “legittimi” e “naturali” o “adottivi“. 

Stabilisce inoltre che la filiazione fuori dal matrimonio debba produrre anche effetti successori nei confronti di tutti i parenti, e non solo dei genitori; e la sostituzione di “potestà genitoriale” con “responsabilità genitoriale”, e la modifica delle disposizioni di diritto internazionale privato, con previsione di norme di applicazione in attuazione del principio dell’unificazione dello stato di figlio.

Inoltre il Cdm ha deciso di limitare a cinque anni dalla nascita i termini per proporre un’azione di disconoscimento della paternità, e di introdurre il diritto degli ascendenti, oltre che di mantenere “rapporti significativi” con i nipoti minorenni. Inoltre, il nuovo decreto introduce e disciplina l’ascolto dei minori, se capaci di discernimento, all’interno dei procedimenti che li riguardano; e porta a 10 anni il termine di prescrizione per l’accettazione dell’eredità per i figli nati fuori dal matrimonio.

Infine modifica la materia della successione con la soppressione del “diritto di commutazione” in capo ai figli legittimi.

 

Giovanna Manna

admin

x

Guarda anche

Proroghe detrazioni fiscali, il Cdm ha detto sì. L'ecobonus sale al 65%

Il Cdm tenutosi oggi a Palazzo Chigi, oltre ad aver deliberato in merito alla fine ...

Condividi con un amico