Home » Notizie » Alma Shalabayeva ha lasciato il Kazakistan, la Bonino: "Una vicenda che mi è bruciata"

Alma Shalabayeva ha lasciato il Kazakistan, la Bonino: "Una vicenda che mi è bruciata"

Alma Shalabayeva ha potuto lasciare il Kazakistan e, in queste ore, dovrebbe atterrare all’aeroporto di Fiumicino.

La moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov rimpatriata la scorsa primavera dopo quello che fu un vero caso diplomatico, ha ottenuto un visto Schengen per girare liberamente in Europa. Sicuramente andrà in Svizzera ad abbracciare Madina, la figlia che per lei si è tanto battuta. Poi dovrà anche presentarsi a Roma in seguito all’iscrizione nel registro degli indagati presso la procura della Capitale per possesso di documenti d’identità falsi. Le autorità kazake hanno permesso alla donna di viaggiare liberamente il 24 dicembre, anche su pressione del nostro ministro degli Esteri Emma Bonino.

La ministra, ieri, ha detto: “La vicenda Shalabayeva mi è bruciata perché veramente non c’entravo nulla. La legge italiana, per giusta o sbagliata che sia, come tutte le leggi dei Paesi europei, affida il controllo del territorio al ministero degli Interni: punto. La Farnesina come altrove viene richiesta solo se si tratta di diplomatici accreditati e la signora non era un diplomatico accreditato. Io ho telefonato ad Alfano per avvertirlo perché siamo stati avvertiti prima noi tramite il nostro ambasciatore e il nostro incaricato d’affari che è andato personalmente ad Almaty a portare il visto italiano e poi ha accompagnato la signora ad Astana per fare il visto Schengen. Quindi ho telefonato io”.

la Bonino ha concluso sostenendo che la morale della vicenda è sempre una strenua difesa dei diritti umani di tutti.

Stefano Malvicini

Foto: Ayse Gulen via Flickr

admin

x

Guarda anche

Nucleare iraniano, diminuiscono le possibilità di un accordo

A Vienna starebbero svanendo le possibilità di trovare un accordo tra l’Iran e le potenze ...

Condividi con un amico