Home » Notizie » Ok al decreto milleproroghe, recuperata anche la norma "salva Roma"

Ok al decreto milleproroghe, recuperata anche la norma "salva Roma"

Il decreto milleproroghe è stato approvato.

Non ci sono solo le classiche proroghe di termini e scadenze, come quella per gli sfratti, oppure quelle per tenere in vita le gestioni commissariali istituite in seguito a disastri. Il governo, infatti, ha dovuto recuperare anche alcune norme del defunto decreto “salva Roma”, scatenando le ire dell’opposizione, da Forza Italia alla Lega Nord e al Movimento 5 Stelle.

Il premier Enrico Letta lo ha ribadito ieri: “Abbiamo deciso di non portare a termine in Parlamento il decreto salva Roma per l’eterogeneità delle norme. Abbiamo individuato le norme la cui non approvazione avrebbe comportato danni ai bilanci: le due più note sono quelle in materia fiscale sul bilancio del Comune di Roma e quella sui cosiddetti affitti d’oro”. Nel recupero sono, infatti, finite le norme essenziali per il salvataggio di alcuni comuni, Roma in testa, ma anche disposizioni che avevano creato polemiche in Parlamento, come la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili delle Regioni e il rinvio di norme entrate in vigore con la legge di stabilità, come la web tax o il bonus mobili. C’è anche la possibilità di una nuova stangata sulle sigarette, con un aumento dello 0,7% sulle accise. Chi sbarca nelle isole minori, intanto, dovrà pagare 2,50 euro di tassa e coloro che vivono nelle zone alluvionate della Sardegna hanno ottenuto un rinvio della scadenza per il pagamento delle imposte al 24 gennaio.

Arriva anche una nuova proroga alla questione sfratti. Nei capoluoghi di provincia, nei comuni limitrofi con oltre 10.000 abitanti e in quelli ad alta tensione abitativa sono sospesi fino a fine giugno 2014 per i nuclei con figli, anziani o handicappati a carico. Entro la stessa scadenza sarà possibile disdettare anche i contratti per gli affitti d’oro dei palazzi della politica. Novità in arrivo anche per le compravendite: l’attestazione energetica e la conformità catastale potranno anche essere prodotti dopo la cessione.

Saranno ridotte le sanzioni per i comuni che non hanno rispettato il patto di stabilità: per salvare il bilancio in rosso del Comune di Roma arriva la norma sul travaso di risorse tra la gestione commissariale straordinaria a quella corrente. A Milano andranno 25 milioni di euro per l’Expo. Per ripianare i bilanci e favorire gli investimenti per i trasporti sono in arrivo anche fondi e agevolazioni per alcune aziende, come Ferrovie dello Stato, ANAS, e Trasporto Pubblico Locale della Campania e della Valle d’Aosta.

Stefano Malvicini

Foto: Simone Ramella via Flickr

admin

x

Guarda anche

San Valentino: gli italiani puntano su regali “da vivere”

Cosa regali a San Valentino al tuo partner tanto amato? Il solito anello? La collanina? ...

Condividi con un amico