Home » Notizie » Renzi, "l'Italia non è mai uscita dalla recessione"

Renzi, "l'Italia non è mai uscita dalla recessione"

Ieri l’ISTAT ha pubblicato alcuni dati che hanno evidenziato come l’Italia sia ancora in recessione tecnica.

Il premier Matteo Renzi, portatore di un ottimismo molto in stile Kennedy e Obama, dice di aver sempre pensato che l’Italia, dalla crisi, non fosse ancora uscita. Ha detto l’ex sindaco di Firenze: “Dalla recessione non siamo mai usciti tecnicamente. Alcuni dati dicono che persino Paesi come la Germania che hanno dato molto meglio dei nostri iniziano a dare segnali non belli. Con buona pace di gufi e sciacalli l’Italia non è finita e può continuare a essere un punto di riferimento”.

Per Renzi, ci sono possibilità di ripresa. Ha detto il premier: “Il Paese ce la può fare perché siamo la seconda manifattura d’Europa, c’è domanda d’Italia nel Mondo. C’è spazio, ma l’Italia deve cambiare. La recessione tecnica dipende dal segno meno consecutivo negli ultimi due trimestri. Ma negli ultimi anni l’Italia ha il segno meno per undici volte, tranne una pausa. Dalla recessione non siamo mai usciti. L’Italia ha delle condizioni economiche per le quali è molto più forte delle paure di chi o teme un default o un fallimento. L’ipotesi che arrivino lettere da Bruxelles non esiste”.

Renzi ha anche parlato di rapporto deficit – PIL. Ha detto: “Per stare sotto il 3% di rapporto deficit – PIL, anche con una crescita non esaltante, a noi servono sedici miliardi di spending review per il 2015. Le scelte sono della politica, noi non abbiamo un soggetto tecnico esterno che decide in autonomia”.

Obiettivo dichiarato di Renzi, come del numero uno della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, è quello di fare uscire l’Italia dalla crisi per farla diventare più competitiva, anche con riforme come quella del Senato. L’Italia diventerà competitiva una volta superati, per il premier, gli insulti e gli ostruzionismi visti in questi giorni al Senato.

Questa riforma è il simbolo, per l’ex segretario PD, di una politica che si sacrifica al posto dei cittadini. Per Renzi, si tratta di una politica che dà alla gente e si taglia per il bene dei cittadini.

Per l’anno prossimo, infine, Renzi ha detto che ci sarà un ulteriore abbassamento delle tasse e una manovra di taglio alla spesa.

Stefano Malvicini

Foto: Palazzo Chigi via Flickr

admin

x

Guarda anche

In libreria guida 250 santuari e monasteri d’Italia

Arriva in libreria “250 santuari e monasteri d’Italia” pubblicata da Edizioni San Paolo. Dalla Valle ...

Condividi con un amico