Home » Notizie » Ebola, per Medici Senza Frontiere serviranno almeno sei mesi per debellare l'epidemia

Ebola, per Medici Senza Frontiere serviranno almeno sei mesi per debellare l'epidemia

Per fermare l’avanzata del virus Ebola in Africa Occidentale, ci vorranno almeno sei mesi.

Questo è quanto ha affermato Medici Senza Frontiere, mentre l’Europa tira un sospiro di sollievo, visto che si è rivelato negativo il primo caso sospetto in Europa, a Vomp, in Tirolo: una donna inglese di 48 anni, reduce da un viaggio in Nigeria, sarebbe morta per altre cause, secondo i medici austriaci.

Intanto l’agenzia Frontex, con l’epidemia, ha sospeso i voli di rimpatrio degli immigrati clandestini verso la Nigeria.

In Inghilterra, tutte le università sono state invitate a prepararsi a un’eventuale epidemia di Ebola, visto il probabile arrivo di studenti soprattutto dalla Nigeria, terzo Stato rappresentato nei campus inglesi.

Il Burkina Faso ha fatto sapere che rinvierà un vertice dell’Unione africana su Occupazione e povertà, mentre il Camerun ha chiuso la frontiera con la Nigeria. In Liberia, invece, Medici Senza Frontiere assiste pazienti in quello che dovrebbe essere il più grande centro di monitoraggio contro Ebola, saccheggiato e razziato nel weekend da uomini armati. Una ventina di pazienti, scappati, sono stati recuperati. Il centro dovrebbe accogliere, al massimo della capienza, quattrocento malati, di fronte a un epidemia che si muove più del previsto, con i governi locali che fanno poco o nulla.

Stefano Malvicini

Foto: European Commission DG Echo via Flickr

admin

x

Guarda anche

Maria Teresa d’Austria, che salvò i sudditi con il vaccino

Maria Teresa d’Austria fu una grande imperatrice, e dire che quando è nata (a Vienna, ...

Condividi con un amico