Home » Notizie » Francia, crisi di governo, socialisti nel panico

Francia, crisi di governo, socialisti nel panico

La Francia sta affrontando la più grave crisi di governo dell’era Hollande.

Il rigore imposto dalla crisi sarebbe la causa della spaccatura tra i socialisti: il rimpasto con Manuel Valls a capo del governo e il sinistro Arnaud Montebourg come Ministro dell’Economia è crollato subito.

Domenica Montebourg, stanco del rigore imposto dai vicini tedeschi, aveva sollecitato Hollande e Valls affinché cambiassero direzione, al che il politico di origine catalana, ex ministro dell’Interno, aveva presentato le dimissioni di tutto il governo. Spaventato dalla situazione, il Presidente ha chiesto a Valls di creare un nuovo governo in coerenza con l’orientamento economico europeo e tedesco.

Montebourg, insieme ad altri ribelli socialisti, come Benoit Hamon e Aurelie Filippetti, non entrerà nel nuovo esecutivo. Ha detto l’ex Ministro: “Le politiche di riduzione del deficit sono un’assurdità finanziaria che bloccano la crescita”. Hollande, fino a ieri, l’aveva sempre lasciato fare per non inimicarsi l’ala più radicale e di sinistra del PS, ma dopo un’intervista a Le Monde in cui chiedeva al Presidente di alzare la voce contro la Germania e il rigore, Hollande non ha più retto. I fedelissimi di Valls hanno detto che un Ministro dell’Economia non può rivolgersi in questo modo contro la Germania.

Tra i possibili successori ci sono l’attuale titolare delle Finanze, Michel Sapin, ma anche l’uomo della Peugeot – Citroen, Louis Gallois, e l’ex direttore generale del WTO, Pascal Lamy.

La Francia, intanto, sta vivendo una delle peggiori crisi della sua storia, con una crescita pari a zero, un alto deficit pubblico e un tasso di disoccupazione in costante aumento.

Stefano Malvicini

Foto: Saly Bechsin via Flickr

admin

x

Guarda anche

Il relax a Parigi è nelle Spa

SPA è un termine anglosassone per definire le terme e i centri benessere, derivato proprio ...

Condividi con un amico