Home » Notizie » Salvatore Parolisi avrebbe ucciso la moglie Melania in un impeto d'ira

Salvatore Parolisi avrebbe ucciso la moglie Melania in un impeto d'ira

Salvatore Parolisi avrebbe ucciso la moglie Melania Rea in un momento in cui l’ira ha preso il sopravvento su di lui, questo è quanto detto oggi dalla Cassazione come motivazione per aver condannato Salvatore Parolisi, caporal maggiore dell’Esercito. Sono cento le pagine in cui i giudici della Suprema Corte Penale spiegano ciò che avrebbe indotto Parolisi ad uccidere la moglie, infatti la ragione del suo gesto sarebbe legata ad un litigio scoppiato tra la coppia, dovuto all’infedeltà di lui.

L’uccisione avvenuta il 18 aprile 2011 a Civitella del Tronto non sarebbe da ricollegare a premeditazione, quindi sarebbe stata il frutto di un litigio. L’aggravante della crudeltà è stato eliminato, in quanto le 36 coltellate sarebbero da ricondurre ad un gesto d’impeto, in quanto la reiterazione dei colpi non può essere considerata come crudeltà ma legata ad aggressività e rabbia come lo è anche il mancato soccorso. Pertanto in seguito a tale canellazione non si esclude che Parolisi possa beneficiare di uno sconto della pena che dovrà essere ricalcolata.

di Ilaria Musetta

admin

x

Guarda anche

Riduzione di pena per Salvatore Parolisi, annullato l'aggravante della crudeltà

La Corte di Cassazione ha confermato che è Salvatore Parolisi il colpevole dell’omicidio di sua ...

Condividi con un amico