Home » Notizie » UPS raggiunge quota 2.000 Access Point in Italia

UPS raggiunge quota 2.000 Access Point in Italia

Uno degli ultimi viaggi che ho fatto nella precedente e non troppo fortunata “gestione” è stato insieme ad UPS, il colosso americano delle spedizioni che mi ha fatto trascorrere una nottata all’interno del loro centro di smistamento di Colonia. Ricordo ancora il viaggio stampa come uno dei migliori che io abbia fatto non foss’altro per l’originalità del progetto e l’unicità delle cose che ho avuto modo di vedere. UPS è infatti un colosso gigantesco che ha proprio nella città tedesca il proprio centro di smistamento pacchi più importante in tutta Europa.

Qualche giorno fa ho avuto modo di incontrare nuovamente gli amici di UPS ma questa volta ci siamo visti qui a Milano, all’interno del Ferrari Store, per una serata all’insegna delle festività natalizie e per celebrare il raggiungimento di 2000 sedi UPS Access Point in Italia.

Che cosa sono le sedi UPS Access Point

Avete presente quando ordinate un oggetto su Internet? Per molte persone c’è poi il problema di ritirare questo pacco. Alcuni magari se lo fanno spedire sul posto di lavoro mentre altri, che non hanno possibilità di ricevere corrispondenza in azienda, restano un po’ tagliati fuori dalla comodità del commercio elettronico. UPS ha quindi pensato di stringere rapporti di collaborazione con esercizi commerciali già presenti a livello locale e con orari di apertura anche serali e nel weekend quali ad esempio minimarket, distributori di benzina, edicole per la consegna di questo pacco. In pratica gli Access Point ricevono il vostro acquisto e voi poi comodamente andate a ritirarlo. Se poi dovete fare un resto basta fare il percorso al contrario.

Tutto questo ha anche un risvolto ambientale non da poco perché immaginatevi il furgoncino che al posto di girare 10 abitazioni lungo una via deve semplicemente andare in un punto e magari lasciare giù una serie di pacchi. Meno traffico, meno inquinamento e siamo quindi tutti più contenti. In questo senso UPS è avanti un pezzo perché proprio nel mese di agosto ha raggiunto l’obiettivo di 1 miliardo di miglia percorse con un parco mezzi a carburante alternativo e tecnologia avanzata. L’obiettivo di questo traguardo era stato fissato per l’anno 2017 ma ci sono arrivati ben prima grazie ad un impegno molto forte nel rispetto dell’ambiente.

Insomma brava UPS che sta attenta a queste “piccole” cose e che rende il mondo delle spedizioni sempre più vicino e sempre più facile.

 

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Un appello per salvare le chiocciole italiane

Le chiocciole, lumache caratterizzate dall’artistico guscio arricciato esterno, sono molto più che simpatiche decorazioni della ...

Condividi con un amico