Home » Tecnologia » Giovane accusato di rapina è stato prosciolto perchè aveva inviato un "poke" su Facebook a un'amica poco prima

Giovane accusato di rapina è stato prosciolto perchè aveva inviato un "poke" su Facebook a un'amica poco prima

Giovane accusato di rapina è stato prosciolto in istruttoria perchè aveva inviato un “poke” su Facebook a un’amica pochi minuti prima.
Facebook negli Stati Uniti ha messo in dubbio alcune accuse fatte a un giovane ragazzo di diciannove anni accusato di rapina a mano armata perchè nel momento dell’accaduto il suo account avrebbe inviato un “Poke” a un’amica.
L’inventiva di questo accaduto è stata fatta da Rodney Bradford abitante del famoso quartire di Brooklyn. Il giovane si è proclamato innocente in quanto avrebbe inviato un POKE alla sua fidanzata dal Pc del padre residente a Harlem un minuto prima della rapina.
Per fortuna del diciannovenne ci sono stati dei testimoni che hanno convalidato la testimonianza; Tuttavia restiamo scioccati dal fatto che nei tribunali statunitensi il social network Facebook ha trovato l’accoglienza nelle aule giudiziarie; Sarà che Facebook è quindi diventato il mezzo effettivo come prova a carico di un indagato?

admin

x

Guarda anche

Facebook potrebbe diventare “sito a pagamento”

La bufera economico-socio-politica che ha investito e devastato Facebook, dopo lo “scandalo Analytica” che ha ...

Condividi con un amico