Home » Tecnologia » Google chiude Buzz, si concentra su Google Plus e prepara l'anti-iTunes

Google chiude Buzz, si concentra su Google Plus e prepara l'anti-iTunes

Novità d’ottobre in casa Google. Il colosso di Mountan View nonostante una trimestrale con numeri in crescita ha deciso di porre fine all’avventura di Buzz. Dopo un anno e mezzo, era il febbraio 2010 quando fu lanciato, Big G ha capito che è meglio non insistere più su questo versante, chiudere tutto e concentrare tempo e denaro da altre parti, decisamente più promettenti e produttive. Buzz, integrato con Gmail, era nato con l’obiettivo di ritagliarsi un ruolo importante nell’ambito dei social network, ma in realtà non è mai decollato.

La scadenza fissata per la chiusura di Buzz è per le prossime settimane così come è stato scritto da Google su un post comparso sul proprio blog ufficiale. Con la chiusura di Buzz Google ha ribadito l’intenzione di concentrarsi in maniera vemente ad aumentare l’offerta e le funzionalità di Google Plus, il social network nato da qualche mese, che ha raggiunto i 40 milioni di utenti. La mossa di Big G è volta a scongiurare gli stessi errori commessi in passato nella lotta, finora impari, con Facebook. Inoltre in cantiere pare che Google stia lavorando anche allo sviluppo di un nuovo store musicale, pronto a lanciare la sfida ad iTunes di Apple.

admin

x

Guarda anche

Eric Schmidt ammette il fallimento di Google sul social networking, e ora Facebook fa paura

Anche chi è abituato a indovinare gran parte delle mosse strategiche qualche volta fallisce. E’ ...

Condividi con un amico