Home » Tecnologia » Gli smartphone Android non vanno venduti! A rischio i dati sensibili degli utenti

Gli smartphone Android non vanno venduti! A rischio i dati sensibili degli utenti

“Mettetelo in fondo all’armadio, fissatelo in una morsa e trapanatelo, o se vivete in Texas, andate in un campo e sparategli. Non vorrete mica vendere la vostra identità per soli 50 Dollari”

E’ con queste parole che Robert Siciliano, ricercatore di McAfee sui furti d’identità, ha rivelato sulle pagine del Los Angeles Times, in merito alla cancellazione, o forse è meglio definirla non-cancellazione, dei dati sugli smartphone Android.

Contrariamente a quanto accade con gli altri dispositivi, come quelli, ad esempio, prodotti da Apple o Rim, dove se segui il protocollo, la cancellazione dei dati è assicurata, sul sistema operativo di Google no! Basta infatti esplorare il sistema, senza grandi software in stile hacker, per trovare tutti, ma proprio tutti, i dati sensibili del vecchio proprietario.

Siciliano, dunque, è del parere che i cellulari Android non vanno affatto rivenduti!!! Ma il pericolo del mercato dell’usato high tech, è da estendere anche ad altri dispositivi, dove dei bravi smanettoni, riuscirebbero a scovare informazioni su conti bancari, numeri di Social Security, documenti su bambini e password di login ad account di carte di credito.

admin

0 Commenti

  1. L’altro giorno venne fuori che l’fbi non riusciva a sbloccare un Android con la sequenza di sblocco… mah!.. Si metano daccordo..

    • È bene fidarsi poco di certe autorità. E poi, c’è da credere ancora meno a chi mette in giro queste voci.

  2. Ma vedete di non dire minchiate per cortesia!!!

    • Dici che Robert ha sbagliato? In quanto smanettone, posso dirti che anche dopo aver formattato un PC è possibile recuperarne i dati.

x

Guarda anche

Google segue utenti a loro insaputa con Android

Google traccia gli utenti a loro insaputa. Secondo quanto rivelato dal sito Quartz il colosso ...

Condividi con un amico