Home » Tecnologia » Inchieste e cordoglio per la morte di Aaron Swartz

Inchieste e cordoglio per la morte di Aaron Swartz

Il mondo del web è ancora profondamente scosso per l’improvvisa scomparsa di Aaron Swartz, morto suicida a New York. Il prossimo aprile Swartz avrebbe dovuto affrontare un complesso procedimento giudiziario dopo aver scaricato più di 4 milioni di documenti da un archivio a pagamento, Jstor, adoperato dalla comunità del Massachusetts Institute of Technology, Mit, per accedere a banche dati di ricerche scientifiche. Swartz rischiava una condanna fino a 35 anni di prigione e una sanzione pecuniaria di un milione di dollari.

Intanto nelle scorse ore il proprio il Mit ha avviato un’indagine interna per cercare di dare un senso all’inspiegabile gesto. Dall’altra parte il popolo del l web si è mobilitato: sul sito internet della Casa Bianca “We the People” inizia una petizione per chiedere la sostituzione del procuratore dello Stato del Massachusetts, Carmen Ortiz, competente per il territorio dove ha sede il Mit mentre Anonymous ha sostituistp  la prima pagina del sito web del Mit con un messaggio di cordoglio, chiedendo scusa per il temporaneo disagio, e lancia una campagna con l’hashtag  #OpAaronSwartz.

Il preside del Mit, Rafael Reif, in una lettera ha espresso il suo cordoglio e ricorda come ormai Swartz fosse diventato parte della comunità locale dell’ateneo e annuncia che saranno condotte da subito inchieste.

admin

x

Guarda anche

Taranto: medico uccide moglie e figlio di 4 anni prima di togliersi la vita

Non si rassegnava alla fine del suo matrimonio. Sarebbe per questo motivo che un uomo ...

Condividi con un amico