Home » Tecnologia » Regali di Natale 2013: WWE 2k14 per PS3 e Xbox 360, la recensione

Regali di Natale 2013: WWE 2k14 per PS3 e Xbox 360, la recensione

I videogiochi sono da sempre un “must” per il Natale e se avete in elenco un presente per un appassionato di wrestling, allora con WWE 2k14 andrete sul sicuro. Non si tratta solo del fatto che il titolo della 2K Sports sia l’unico ufficiale presente sul mercato, ma anche della sua realizzazione. I ragazzi della Yuke’s, che si erano occupati del marchio di Vince McMahon anche ai tempi della THQ, si sono messi di buona lena per creare un gioco intenso e coinvolgente, che al momento sfrutta in pieno le potenzialità offertegli dalle piattaforme Playstation 3 e Xbox 360. In attesa di vedere cosa sarà possibile combinare con le console di nuova generazione, ammiriamo quello che per ora è il miglior gioco di wrestling sul mercato.

Cominciamo innanzitutto dicendo che questo è un titolo dedicato agli appassionati. Non crediate di poterlo regalare anche a giocatori occasionali come fareste con un Mortal Kombat, rischiereste un buco nell’acqua. Per poter apprezzare lo “sport entertainment” più famoso del mondo, infatti, occorre conoscerlo e capirne lo spirito. Non proprio uno sport, ma nemmeno una finzione completa come credono erroneamente molti. Eliminato il campo da questo equivoco, ci troviamo davanti ad un gioco senza alcun dubbio appassionante e visivamente appagante. La sua caratteristica migliore, però, è il roster. Grazie all’inserimento dell’eccezionale modalità “30 Anni di Wrestlemania”, il numero di lottatori a disposizione è davvero enorme, quasi impressionante. Il roster attuale forse non è aggiornatissimo, ma quello passato è ricco di stelle assolute del mondo del wrestling. Grazie a questo stratagemma, la 2K Sports ha potuto inserire nel gioco anche lottatori attualmente sotto contratto con federazioni rivali, come l’immortale Hulk Hogan. Insieme a lui le più grandi stelle di Wrestlemania, come Ultimate Warrior, Ted Di Biase, Macho Man Randy Savage e tantissimi altri, tutti da sbloccare.

La modalità “30 Anni di Wrestlemania” farà scendere le lacrime agli occhi di tutti gli appassionati, ricreando alla perfezione l’atmosfera e il sonoro dei grandi eventi del passato. Lottando sul ring di Wrestlemania, sia passato che presente, sarà possibile anche incontrare un particolare “mini-gioco” chiamato Wrestlemania Moments, che a seconda dei pulsanti premuti al momento giusto consentirà di innescare una sequenza animata di particolare enfasi e spettacolarità, che potrebbe o meno decidere il match. Rimanendo sulla grafica, incredibile come siano state rese le arene, anche attuali, le telecronache e persino le grafiche on-screen. Se combatterete in un’arena da anni ’80, anche la grafica seguirà questo stesso stile. Sembra quasi di vedere un filmato d’epoca. L’unica “pecca” della grafica, se vogliamo, è una certa rozzezza dei lottatori, insieme a qualche animazione, e forse un po’ di eccessiva autostima da parte di alcuni. Ci possono raccontare quello che vogliono, ma Andrè The Giant aveva un bel po’ di pancetta in più rispetto a quello che vediamo. Si tratta, però, di dettagli, che non precludono assolutamente l’esperienza. Tutto è concepito per ricordare nei minimi dettagli l’esperienza televisiva del wrestling e la missione è compiuta senza dubbio.

I comandi sono forse una delle poche cose che non si assestano su livelli altissimi. Come sapranno gli appassionati, il wrestling non è solo questione di pugni e calci, ma anche e soprattutto di prese e spettacolarità. Ogni lottatore ha le sue mosse caratteristiche e il suo modo di lottare e non sempre sarà facile adattarsi ad un certo stile di lotta piuttosto che ad un altro. È possibile attivare o disattivare degli aiuti a schermo, che consentono di avere indicazioni su quando o meno premere il pulsante per evitare un colpo o una presa. Rispetto al passato, in WWE 2k14 diventa fondamentale schiacciare il pulsante nel momento giusto, invece che premere forsennatamente. Questo rende da una parte la difesa meno frustrante e più tattica, dall’altra forse il tutto diventa anche troppo semplice e tremiamo a pensare ad un match con qualcuno veramente bravo sul Web. Scommettiamo che non entrerebbe nemmeno un colpo. Nemmeno per sbaglio.

Parlando delle modalità di gioco, oltre alla 30 Years of Wrestlemania, abbiamo la solita carrellata di match divisi in categorie, dal normale uno-contro-uno fino al brutale Inferno Match o ad un Hell in a Cell. In questi casi è possibile anche lottare per le cinture di campione di categoria. Anche qui la 2K Sports ha voluto esagerare: sono presenti quasi tutte le cinture della storia della WWE e non solo, dalle più classiche come il World Heavyweight Champion degli anni ’80 (chiamato con la sigla WWE invece di WWF per le note vicende di copyright) fino a quelle inventate come il Million Dollar Title di Di Biase. Intriganti sono anche la modalità Streak, nella quale si deve ripercorrere l’eccezionale record di vittorie a Wrestlemania di Undertaker, e la WWE Universe, nella quale ci potremo trasformare in General Manager e gestire ogni singola puntata dello show, le rivalità, i PPV e i match per il titolo.

Chiudiamo con l’ultima grande chicca: l’editor. Come al solito sarà possibile editare e condividere online praticamente l’universo. Potremo creare lottatori, arene, mosse, finisher, storyline e le sempre elettrizzanti entrare sul ring dei nostri campioni, con tanto di musica e annuncio al microfono. Incredibile la quantità di particolari che si possono modificare: chi ha veramente pazienza potrà essere in grado di creare dei veri e propri capolavori. Chi, invece, preferisce fare le cose più velocemente, potrà sempre scaricare dal Web le creazioni degli altri utenti.

Per concludere, con un roster che non esiteremo a definire “da record”, un sonoro eccezionale, infinite modalità di gioco e un gameplay tutto sommato discreto, per quanto non perfetto, WWE 2k14 rappresenta un regalone per qualsiasi appassionato. La grafica forse non sarà eccezionale e alcune animazioni rimangono un po’ troppo legnose (pensiamo ad esempio alla corsa di Ultimate Warrior), ma rimane ugualmente su livelli davvero alti. Siete pronti a lottare per il titolo?

admin

x

Guarda anche

È Tempo dei regali di natale…..Facciamoli insieme a Sony

In un mondo sempre più connesso e sempre più tecnologico, gli abitanti del nostro pianeta ...

Condividi con un amico