Home » Tecnologia » Due milioni di password rubate, è emergenza anche per Facebook e Google

Due milioni di password rubate, è emergenza anche per Facebook e Google

A volte capita che, facendo un semplice lavoro di routine, vengano fatte delle scoperte incredibili. È successo proprio così ai ricercatori della SpiderLabs, i quali erano impegnati nel tracciare le operazioni del botnet Pony, quello che potremmo definire un malware molto simile ad un virus. Non staremo a spiegare le complicate varianti che questo “inseguimento” comporta, ma è un fatto che i ricercatori abbiano trovato un enorme archivio pieno di password e credenziali, pare abbastanza per accedere alla cifra record di ben 2 milioni di account. Questi si troverebbero su numerosissime piattaforma, ma le fette più grandi sono Facebook, Twitter, Gmail e Yahoo.

I ricercatori hanno affermato che, da alcuni indizi, appare evidente che Pony sia stato concepito per andare a colpire soprattutto utenti russi o almeno residenti nei paesi dell’est europeo. Nonostante questo non mancano anche altri paesi in questo elenco, con i Paesi Bassi a fare la parte del leone. Sarebbero state violate addirittura alcune aziende di servizi finanziari, una delle quali responsabile delle buste paga di molte aziende di prima fascia americane.

Paradossalmente questa scoperta ha fatto venire a galla anche un altro grosso problema: pare che moltissimi utenti di questi servizi scelgano delle password assolutamente ridicole, ai limiti dell’inutilità. Robe tipo “123456789” oppure addirittura “password”, probabilmente per noia o per l’autolesionistico principio del “non penseranno mica che io sia così fesso”. Non solo lo pensano, ma certi cybercriminali se lo augurano. Questo non significa che occorra usare per forza complicatissime password alfanumeriche, ma tra un eccesso e l’altro vi è una virtuosa via di mezzo da seguire.

admin

x

Guarda anche

Facebook potrebbe diventare “sito a pagamento”

La bufera economico-socio-politica che ha investito e devastato Facebook, dopo lo “scandalo Analytica” che ha ...

Condividi con un amico