Home » Tecnologia » Facebook: arriva Hate with Friends, l'app per scoprire i falsi amici

Facebook: arriva Hate with Friends, l'app per scoprire i falsi amici

Una delle maggiori ironie create da Facebook è stata l’introduzione del termine “amici” anche per quelle persone che nella vita quotidiana amici proprio non sarebbero. A volte sono semplicemente colleghi. Altre addirittura ex compagni di scuola che all’epoca odiavamo, ma che a distanza di anni non abbiamo saputo negare una “amicizia” in nome dei vecchi tempi. Salvo poi pentirci leggendo quello che realmente pensano di noi nei loro commenti.

Tendenzialmente questi sentimenti, però, rimangono inespressi. Nascosti al massimo dalla scelta di non ricevere le notifiche di una determinata persona, che di conseguenza rimane nell’elenco degli amici, ma subisce una “damnatio memoriae” senza mai rendersene conto. Con la nuova app Hate with Friends, però, questo è destinato a cambiare. Raggiungibile all’indirizzo HatewithFriends.com, si tratta di un servizio che si connette al vostro profilo di Facebook e al vostro elenco di amici. A quel punto potrete letteralmente dare un “voto” ai vostri amici, in maniera del tutto anonimo. Le persone che non vi stanno simpatiche potranno essere bollate con un “Hate” (in inglese “odio”) in maniera trasparente. Questo almeno finché la persona in questione non dovesse iniziare a usare Hate with Friends a sua volta. A quel punto, se per disgrazia anche quest’altra persona vi bollerà con un Hate, verrete reciprocamente avvisati via mail. In seguito potrete scegliere come comportarvi: da persone adulte levando l’amicizia o come dei bambini iniziando a litigare furiosamente (probabilmente l’ultima opzione sarà la più gettonata).

Inutile dire che questa idea sta sollevando parecchie polemiche. Già le relazioni interpersonali sono difficili: se poi pretendiamo di rendere pubbliche le reciproche antipatie, allora si rischia davvero di scatenare un litigio al giorno. L’ideatore di quest’app è Chris Baker, ex direttore creativo del noto sito BuzzFeed, secondo il quale le applicazioni anti-social in futuro saranno di grandissima moda. Secondo quanto dichiarato dallo stesso sviluppatore, l’eccessiva “amicizia” causata dai social network nell’era moderna ci ha costretti ad essere poco sinceri sui nostri sentimenti e quindi la sua creatura sarebbe qualcosa a metà strada tra il divertimento e la critica sociale. Secondo lui trovare davvero occasioni di odio reciproco tra le proprie amicizie di Facebook dovrebbe essere un evento raro. Voi cosa ne pensate?

admin

x

Guarda anche

Facebook potrebbe diventare “sito a pagamento”

La bufera economico-socio-politica che ha investito e devastato Facebook, dopo lo “scandalo Analytica” che ha ...

Condividi con un amico