Home » Tecnologia » Cavo Lightning: l'Unione Europea potrebbe imporre l'USB ad Apple

Cavo Lightning: l'Unione Europea potrebbe imporre l'USB ad Apple

È notizia di pochi giorni fa che l’Unione Europea imporrà presto a tutti i produttori di computer notebook e laptop l’omologazione verso uno standard da definire per quanto riguarda i caricatori della batteria integrata. Un sistema non solo per risparmiare soldi su questi accessori, che potranno così essere usati indifferentemente su qualsiasi computer, ma anche per produrre meno rifiuti con i caricabatterie non compatibili tra un computer e l’altro. Dopo aver preso una simile decisione, era più che naturale che anche gli smartphone, i principali “colpevoli” del proliferare dei caricabatterie (così poco pratici e così piccoli da essere spesso persi), venissero coinvolti nel tentativo di “standardizzazione” delle autorità continentali. La microUSB è già stata imposta da tempo come modello al quale attaccarsi per i produttori, ma ce n’è uno che è sempre riuscito ad evitare questo provvedimento: Apple.

Ci ricordiamo tutti delle polemiche nate all’indomani della presentazione dell’iPhone 5 nel 2012, il primo dispositivo di Cupertino ad adottare lo standard Lightning, che da allora è stato mutuato su tutti i dispositivi della Mela, compresi iPad Mini e iPad Air. Per molti la scelta di adottare questo nuovo cavo era stata dettata solamente dalla voglia di Apple di massimizzare i suoi profitti, rendendo incompatibili i vecchi accessori con il nuovo standard e imponendo l’acquisto di nuovi. Tenete conto che la licenza “Made for iPhone” o “Made for iPad” comporta in pagamento da parte del produttore verso Cupertino. Questo aspetto sicuramente è presente ed è stato determinante (del resto Apple non è una società Onlus). Contemporaneamente, però, esistono dei motivi di tipo tecnico. Il nuovo cavo Lightning, infatti, è incredibilmente più efficace ed efficiente rispetto a qualsiasi USB. Non ci perderemo in dettagli tecnici, ma questo standard non è stato introdotto da Apple solo per avidità.

L’Unione Europea potrebbe ora decidere di imporre lo standard USB anche a Cupertino, che vista l’importanza del mercato europeo si troverebbe naturalmente costretta a modificare la sua produzione mondiale. La legge, se davvero dovesse entrare in vigore, non sarà attiva prima del 2017, ma già il prossimo marzo potrebbe esserci la votazione. Tra le varie soluzioni che Apple starebbe vagliando, ci sarebbe anche il nuovo USB Type C, un nuovo tipo di presa USB in grado di funzionare quasi come una presa Lightning. Se ciò avvenisse, però, rappresenterebbe per i possessori di device Apple l’ennesimo cambio di standard nel giro di pochi anni.

admin

x

Guarda anche

Sostanze pericolose in prodotti per bambini, segnalazioni in aumento

Sono ben 2200 le segnalazioni fatte al sistema Ue solo nel 2017 e relative a ...

Condividi con un amico