Home » Tecnologia » SyNAPSE, IBM crea il microchip che imita il cervello umano

SyNAPSE, IBM crea il microchip che imita il cervello umano

Riuscire a creare un “essere umano” artificiale è probabilmente un progetto più vicino alla fantascienza che alla tecnologia vera e propria. Sono molti gli aspetti da considerare, tra cui l’impossibilità di ricreare al computer quella capacità cognitiva, critica e comportamentale tipica del cervello umano. Puntare alla “perfezione”, però, è l’unico sistema per arrivarci almeno vicino. Questo devono aver pensato i tecnici della IBM creando SyNAPSE.

SyNAPSE altro non è che il processore al momento più simile al cervello umano che sia mai stato realizzato. Si tratta di un chip neurosinaptico, la cui differenza sostanziale risiede nel suo non seguire l’architettura base dei processori ideata, di fatto, da John Von Neumann ormai 70 anni fa. SyNAPSE, a differenza dei chip con i quali abbiamo a che fare tutti i giorni, non è “sempre attivo”, ma lavora unicamente quando necessario (NB: stiamo ovviamente semplificando molto). È composto da ben 4.096 core neurosinaptici, equivalenti al lavoro di circa 1 milione di neuroni che effettuano 256 milioni di sinapsi al secondo. A pieno regime, questo processore è in grado di eseguire ben 46 miliardi di operazioni al secondo per watt. Ancora non paragonabile a ciò che fa un vero cervello, ma si tratta comunque di un risultato incredibile.

Il processore è stato fisicamente realizzato da Samsung con una struttura a 28 nanometri e al suo interno contiene circa 5,4 miliardi di transistor. Grazie al suo lavoro “event-drive” (ovvero guidato solo dall’effettiva necessità di compiere un’operazione), questo chip consuma appena 70 new di energia, vale a dire circa 10.000 volte in meno di una normale CPU come quelle che troviamo negli smartphone e nei computer.

Quando questa tecnologia sarà alla portata delle persone comuni? Difficile da dire, anche perché non è detto che questi processori abbiano direttamente valore commerciale. Tra l’altro IBM sta anche cercando di sistemare un grosso problema, vale a dire quello del linguaggio di programmazione. Quello del SyNAPSE, infatti, è diverso da qualsiasi altra cosa mai vista prima da un programmatore.

admin

x

Guarda anche

Ecco la “fabbrica di fantasmi” dentro il nostro cervello

I fantasmi? Non esistono! O meglio, esistono perché li crea il nostro stesso cervello. Quelle ...

Condividi con un amico