Home » Tecnologia » Utenti dei social network nella spirale del silenzio

Utenti dei social network nella spirale del silenzio

Il confronto delle idee al tempo dei social network. Uno studio dal titolo “Social media e la spirale del silenzio” del Pew Research Center rivela degli aspetti interessanti rispetto all’utilizzo dei social network che pare siano in grado di rendere gli utenti conformisti.

Coloro che su Facebook credono di avere amici in linea con le loro opinioni, infatti, hanno una predisposizione doppia a condividere online il proprio pensiero rispetto a quelli che ritengono di pensarla diversamente dai propri contatti.

I ricercatori hanno preso in esame i dati relativi ad un campione di 1800 americani e hanno rilevato che l’86% è disposto a esempio a discutere del Datagate nella vita reale, ma solo il 42% è disposto a farlo su Facebook e Twitter.

Dall’analisi dei dati raccolti sarebbe emerso dunque che chi è abituato ad utilizzare Facebook e Twitter più volte al giorno sarebbe anche meno propenso a condividere le opinioni offline, soprattutto se pensa che amici e follower virtuali abbiano un pensiero diverso. Tutto ciò spinge sempre più gli utenti verso una spirale del silenzio che potrebbe propagarsi dai contesti virtuali a quelli reali.

admin

x

Guarda anche

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini

Vivere con cani e gatti migliora la salute dei bambini sin dai primi mesi. A ...

Condividi con un amico