Home » Tecnologia » Cellulari: nel 2015 sono più degli esseri umani

Cellulari: nel 2015 sono più degli esseri umani

I telefoni cellulari (intendiamo sia smartphone che tradizionali) hanno ufficialmente raggiunto quota 7,2 miliardi di esemplari. Una cifra estremamente importante, in quanto ciò significa che i cellulari sono divenuti letteralmente più numerosi degli esseri umani. Questo è quanto reso noto durante l’appuntamento annuale dell’evento Ericsson, giunto alla sua sedicesima edizione. Inoltre è stato confermato che entro il prossimo anno il 50% di questi apparecchi sarà rappresentato da smartphone e non più dai tradizionali telefoni cellulari.

Un fenomeno che fotografa in maniera incredibile come la telefonia mobile abbia cambiato la nostra vita quotidiana. Anche nel nostro Paese gli utenti non sono rimasti immuni, come possiamo verificare praticamente ogni giorno. Secondo i dati presentati dalla Luiss Business School, il 40% degli italiani passa almeno 4 ore al giorno navigando in rete e di questi il 69% lo fa non con un computer, bensì con uno smartphone o un tablet. La connettività mobile ha quindi un ruolo preponderante.

Gli italiani, comunque, si ritrovano a vivere una situazione estremamente contrastante per quanto riguarda la tecnologia. La fiducia, infatti, è altissima: il 71% della popolazione la apprezza e il 72% pensa che sarà fondamentale per lo sviluppo economico del Paese. Le infrastrutture, però, continuano ad essere estremamente insoddisfacenti. Non c’è rischio di essere male interpretati: gli insoddisfatti sono il 93% degli intervistati, contro solamente il 7% di coloro che si ritengono serviti a dovere. Un vero peccato, dato che molte persone pensano che la tecnologia porterà vantaggi notevoli sia nei servizi pubblici (31%), che nell’istruzione (29%) e nella sanità (27%). La società connessa potrebbe addirittura creare moltissimi nuovi posti di lavoro anche in ambiti fino ad oggi inesplorati.

admin

x

Guarda anche

Luce tablet e smartphone minaccia riposo dei più giovani

La luce di tablet e smartphone mette a rischio il riposo dei più giovani. L’allarme ...

Condividi con un amico