Home » Tecnologia » Un regalo di Natale tecnologico per questo 2016? La tastiera laser di Oregon Scientific

Un regalo di Natale tecnologico per questo 2016? La tastiera laser di Oregon Scientific

Alzi la mano chi di voi non ha mai rimpianto la possibilità di avere di una tastiera portatile magari direttamente nel taschino di una giacca. Magari una tastiera compatta, compatibile con la maggior parte dei devices grazie al sistema Bluetooth e visibile anche in condizioni di scarsa luminosità. Magari che facesse anche da “carichino”, perché una riserva di energia in più non fa mai male.

Ad ogni problema c’è una soluzione ed ecco che quelli della Oregon Scientific, azienda americana che da qualche anno ha ampliato notevolmente il proprio catalogo prodotti, hanno pensato bene di creare una tastiera virtuale che funziona proiettando una tastiera sopra una qualsiasi superficie opaca.

Andiamo con ordine. Questo piccolo congegno ha le dimensioni di un pacchetto di sigarette (mi duole il paragone, ma le dimensioni son quelle) e pesa poco più di uno smartphone il che lo colloca di diritto tra gli oggetti portatili che potete comodamente portare con voi in viaggio, magari in occasione delle prossime festività natalizie.

Come funziona la tastiera virtuale di Oregon Scientific

Dopo aver aperto il pacchetto, all’interno del quale si trova un cavo di ricarica ed il libretto di istruzioni, dovete necessariamente fare il classico pairing, ovvero associare la tastiera virtuale al vostro dispositivo preferito. La procedura è semplice e bastano pochi istanti per iniziare ad essere produttivi. Ho testato l’accoppiamento con il tablet, con lo smartphone, con il mio mac e persino con lo smart TV di casa che adesso finalmente posso utilizzare con la mia tastiera (ricordo ancora quanto imprecai quando dovetti inserire la password della mia rete Wi-Fi).

Il concetto è semplice: il piccolo dispositivo tastiera laser di Oregon Scientific proietta un fascio laser che disegna una tastiera che emette un “bip” ogni volta che viene “premuto” un tasto. Il principio è semplice e di effetto perché alla fine si finisce a schiacciare tasti che non esistono e trasferire le parole sullo schermo del telefonino.

Se poi avete problemi di compatibilità con il sistema bluetooth basta usare il cavo in dotazione e collegarla come tastiera.

Dettaglio non da poco: è anche un comodissimo caricatore portatile da 5200 mah!

Funziona davvero ?

La risposta alla domanda se la tastiera laser di Oregon Scientific funziona davvero è presto detta: si, funziona. È chiaro che ci sono delle limitazioni la prima delle quali riguarda la necessità di avere a disposizione una superficie opaca per poter permettere alla luce di fermarsi. Il fail rate, ovvero il rapporto tra digitazioni ed errori all’inizio è alto ma dopo pochi minuti ci si prende l’abitudine e diventa quasi come una tastiera normale.

Sicuramente meglio che farsi venire problemi per l’eccessiva digitazione sul cellulare o sul tablet!

La trovate qui: http://store.oregonscientific.com/it/tastiera-virtuale-con-caricabatterie.html

Si ringrazia Samsung Italia per lo Smartphone Galaxy S7.

NB: da alcune foto sembra che la tastiera laser proietti poca luce, sappiate che non è così, si tratta di un effetto collegato all’uso del flash per scattare le foto.

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Per Natale debuttano i droni di Oregon Scientific

Pronti, partenza e via! Video e foto, battaglie, giochi: cosa mettere sotto l’albero? il Natale ...

Condividi con un amico