Home » Viaggi » Il turismo gay è un settore emergente, anche in tempo di crisi

Il turismo gay è un settore emergente, anche in tempo di crisi

La crisi ha ridotto i consumi e anche la voglia di vacanza, ma un settore ha retto bene, quello del turismo omosessuale. Nel 2010 ha realizzato 3,2 miliardi di fatturato, e vale il 7% di quello turistico nazionale. A darne notizia durante il Ttg di Rimini è Alessio Virgili, direttore di ‘Quiiky’, primo tour operator italiano specializzato in viaggi ‘gay friendly’.

”Il turista gay spende molto, è considerato ‘up market’. Non avendo una famiglia, non ha certe spese che altre persone hanno. In anni di crisi registriamo una crescita”. Nel 2010, ad esempio, i viaggi organizzati e pensati esclusivamente per omosessuali sono aumentati del 50-60%. Tra le destinazioni più ricercate, Gran Canaria, Madrid, Barcellona e la Grecia. Tra le emergenti, Israele, in particolare Tel Aviv. Ancora, Toronto, e New York City. In Italia, Torre del Lago, vicino a Viareggio, è una località molto gettonata, poi Catania, Taormina, Roma, Padova.

admin

x

Guarda anche

Vacanze per single, ecco come e dove trovare l'amore

  In vacanza per trovare l’amore? È questo l’obiettivo per molti single e lo dimostra ...

Condividi con un amico