Home » Viaggi » Ecco la Sagron Mis, per osservare le dolomiti

Ecco la Sagron Mis, per osservare le dolomiti

 

Sagron Mis ha la sua torre. Si tratta di una torre osservatorio, diurna e notturna, denominata “T3”, acronimo di Torre e gruppo 3 del sistema dolomitico, adatta anche all’arrampicata, che diventerà il fulcro di diversi obiettivi che l’Amministrazione comunale si è posta dal momento in cui l’ha idealizzata.

All’interno del progetto che ha dotato Sagron Mis di strutture specifiche quali la nuovissima Baita Sagron Mis – Dolomiti, con l’adiacente biolago e la ex cava di inerti recentemente recuperata, la torre è stata infatti pensata per amplificare la visibilità del contesto dolomitico in cui ricade la valle del Mis e lo stesso comune di Sagron Mis, che si caratterizza come porta di accesso al Sistema 3 di Dolomiti Unesco del Trentino. I lavori inizieranno a primavera 2013, ed entro la fine del 2013 la torre sarà completata.

Con l’osservatorio sommitale fissato a 22,60 metri, la torre T3 salirà fino ad un’altezza di 32,29 metri, terminando con un’asta parafulmine sormontata da un simpatico gufo girevole, e sarà dotata, alla sua base, di uno spazio espositivo.

L’osservatorio è situato in una posizione privilegiata tale da consentire una panoramica sulle meravigliose vette delle Pale di San Martino e sul Cimonega, oltre che su tutto il territorio circostante con la flora e la fauna caratteristiche dell’ambiente dolomitico. Per questo Sagron Mis diviene luogo strategico per osservare e godere dell’intero paesaggio montuoso. Saranno inoltre predisposti dei visori ad infrarossi per consentire una visione anche notturna dello splendido scenario e degli animali che stanziano e transitano fra i parchi Paneveggio Pale di  San Martino e Dolomiti Bellunesi.

admin

x

Guarda anche

Hotel Belvedere, una terrazza a 1000 metri d’altezza

Siamo sulle Dolomiti del Trentino-AltoAdige, uno dei posti più spettacolari d’Italia e forse del mondo. ...

Condividi con un amico