Home » Viaggi » Amsterdam: la Casa Museo di Anna Frank

Amsterdam: la Casa Museo di Anna Frank

Era il 4 agosto del 1944 il giorno in cui la Gestapo, avvertita dalla telefonata di una donna, fece irruzione ad Amsterdam nella casa al Prinsengracht 263, dove dal luglio 1942 Anna Frank viveva nascosta insieme ai genitori, la sorella Margot ed altre quattro persone.

Annelies Marie Frank, nata a Francoforte sul Meno il 12 giugno 1929, è diventata il simbolo della Shoah per il suo diario scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti e per la sua tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen nel 1945, a pochi giorni dalla liberazione.

La Anne Frank Huis ovvero la Casa Museo di Anna Frank è diventata presto meta di pellegrinaggio per tutti coloro che sono rimasti profondamente segnati dalla drammatica vicenda di Anna, della sua famiglia e di tutti coloro che ne hanno condiviso il tragico destino.

Oggi la Casa di Anne Frank è uno dei tre musei di Amsterdam con il maggior numero di visitatori: soprattutto per i più giovani il Museo rappresenta un’occasione per accostarsi ad argomenti importanti come la Seconda Guerra Mondiale e l’Olocausto.

Il Museo ricostruisce gli spazi dell’Alloggio segreto, a cui si accedeva attraverso una libreria semovibile. Citazioni dal diario, documenti storici, filmati d’epoca, fotografie e oggetti personali guidano i visitatori alla scoperta della storia di Anna, una ragazza coraggiosa che non ha mai smesso di credere e sperare.

admin

x

Guarda anche

Amsterdam, la Casa Museo di Anna Frank

Il 12 giugno 1929 nasceva Anna Frank. Per ricordare la giovane diventata il simbolo della ...

Condividi con un amico