Home » Viaggi » Tindari, non solo santuario

Tindari, non solo santuario

Tindari è una frazione del comune di Patti (Messina) e a molti il nome non dirà nulla. Ma per i religiosi, i cattolici e gli appassionati di apparizioni mariane questo paesino è la sede del bellissimo santuario della Madonna Nera. La statua di questa originale Madonna giunta qui nel periodo bizantino è legata a diversi “miracoli”, tra cui quello clamoroso della formazione della laguna sottostante. Narra infatti la leggenda, che una bambina si sporse dalla cima del promontorio e cadde giù per metri e metri… ma fu ritrovata viva perché la scogliera ai piedi del monte si “ricoprì di terra e acqua” rendendo morbido il suo atterraggio!

I laghetti

In realtà quella “terra e acqua” è una bellissima laguna sabbiosa che trattenendo l’acqua di mare ha formato diversi laghetti, ben visibili dalla cima del promontorio. In uno di essi, alcuni hanno visto “la forma della Madonna”, cosa che li rende ancor più cari alla tradizione cattolica locale. Ma per chi ama la natura, i laghetti di Tindari sono anche una gradevole scoperta. Si passeggia per molti metri su una ampia distesa di sabbia prima di raggiungere il mare, e i laghi sbucano tutto intorno tra la vegetazione selvatica. Le maree e i forti venti (in quella zona davvero costanti) cambiano continuamente forma alla laguna, creando un ambiente davvero speciale.

Le rovine romane

Tindari è anche storia. Qui sorgono importanti rovine greco romane, come le mura del III secolo, il teatro del IV secolo e una intera città romana venuta alla luce durante degli scavi nel secolo XIX. Anche nel centro abitato del paese sono stati trovati resti romani di enorme valore. Alcuni degli scavi sorgono proprio accanto al santuario della Madonna Nera, quest’ultimo ricostruito nel 1979 sulle rovine del precedente cinquecentesco distrutto da una incursione dei turchi. Per scoprire Tindari potete scegliere di alloggiare nella vicina Patti (b&b Zenia, Palazzo Sciacca…) o a Oliveri (Casa Levante). Ma potete anche scegliere di alloggiare a Milazzo e Capo d’Orlando che forniscono molta più scelta. (foto grande in alto di Grazia Musumeci — foto piccola da Tripadvisor)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Elezioni Sicilia: il nuovo presidente è Musumeci

C’è voluto un giorno intero, un lentissimo spoglio di dati, ma alla fine (intorno alle ...

Condividi con un amico