Home » Viaggi » Natale a Stromboli, il “faro” del Tirreno

Natale a Stromboli, il “faro” del Tirreno

Il suo nome deriva dal greco (“Strongyle”, trottola) ma gli abitanti dell’isola preferiscono chiamarlo familiarmente “Iddu”, lui. Il vulcano Stromboli, il cui intero corpo forma l’isola omonima, è solo la punta emersa di una formazione vulcanica sottomarina e ancora molto giovane. Proprio per questo è sempre attivo e anche quando non è in eruzione “sbuffa” fumo e lapilli, di tanto in tanto. E’ una terra in formazione, in crescita. Ed è uno spettacolo!

In eruzione in questi giorni

Se avete la possibilità “last minute”, provate a prenotare il Natale o almeno il Capodanno su quest’isola che per gli antichi era “il faro del Tirreno” grazie a quel fuoco sempre acceso in cima. Mai come in questi giorni, in cui il vulcano è entrato in eruzione e sta sorprendendo la notte con alte fontane di lava e qualche trabocco che scende lungo la Sciara del Fuoco, il lungo canale lavico che collega i crateri col mare sottostante. ALTAMENTE SCONSIGLIATO salire sul cono del vulcano da soli, fornitevi sempre di una valida guida locale e approfittate delle escursioni informandovi presso: www.stromboliadventures.it oppure presso www.ilvulcanoapiedi.it .

Come arrivare e dove alloggiare

Per arrivare a Stromboli, se atterrate a Catania prenotate un posto sui bus della linea Giuntabus fino a Milazzo o fino a Messina da dove partono traghetti e aliscafi per le Eolie. Se siete atterrati a Palermo fatevi portare alla stazione centrale da cui partono i bus della SAIS per Messina. Le compagnie di navigazione che collegano la Sicilia a Stromboli sono USTICA LINES e COMPAGNIA DELLE ISOLE, a volte anche la Libertylines e altre private minori. I collegamenti per Stromboli partono anche da Napoli (con la SNAV) e da Reggio Calabria con METRO MARE. Non esistono collegamenti aerei con le isole per cui informatevi bene sulle condizioni del mare prima e durante il vostro soggiorno per valutare le giornate migliori per recarvi a Stromboli in nave. I 400 abitanti dell’isola si suddividono tra i due centri di San Vincenzo e Ginostra, nei quali potete trovare anche diversi comodi alloggi (B&B: A Riggiola, La Lampara, La Nassa, Luna Rossa, Mare&Sole…).  (FOTO BY  —   http://eolienews.blogspot.it/)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Josh O’Connor negli scatti di Steven Meisel per Loewe

Josh O’Connor nuovo testimonial Loewe. L’attore inglese è infatti il protagonista della nuova campagna della ...

Condividi con un amico